JoomMot

 

La NLM è lieta di annunciare che sono state donate 10.000 mascherine protettive alla Protezione Civile

Risultati per test genetico fattore Leiden

Di seguito l'elenco dei risultati di ricerca trovati rilevanti per la keyword 'test genetico fattore Leiden':

Risultati maggiormente rilevanti:



 risultati per test genetico fattore leiden - nlm
Il Test Genetico Trombofilia Base analizza le mutazioni dei geni del fattore V di Leiden, fattore II e MTHFR associate a un maggiore rischio trombotico venoso e/o arterioso. In aggiunta, il Test Genetico Trombofilia Plus misura il tempo di protrombina e i livelli sierici di omocisteina, resistenza alla proteina C attivata, proteina S libera e proteina C coagulativa, coinvolti nel processo di ...

 fattore v leiden e pt 20210 - varianti geniche | lab tests ...
Se il test genetico indica la presenza di una copia del gene del Fattore V Leiden o della PT 20210, allora l’individuo è eterozigote per quella variante; un individuo con due copie della variante genetica, è definito omozigote. La presenza del Fattore V Leiden è una delle predisposizioni genetiche ereditarie più comuni associate alla trombofilia.

 fattore v di leiden – microgenomics
La mutazione nota come fattore V di Leiden (G1691A) impedisce l’inattivazione da parte della Proteina C attivata del fattore V, aumentandone quindi la sua attività pro-coagulante. Il fattore V di Leiden è una delle condizioni più comuni di trombofilia, in particolare l’incidenza di questa mutazione in Europa è pari circa al 5% allo stato di eterozigosi e allo 0,02 – 0,05% in omozigosi.



Altri risultati:



 test genetico trombofilia - lifebrain
Il Test Genetico Trombofilia Base analizza le mutazioni dei geni del fattore V di Leiden, fattore II e MTHFR associate a un maggiore rischio trombotico venoso e/o arterioso. In aggiunta, il Test Genetico Trombofilia Plus misura il tempo di protrombina e i livelli sierici di omocisteina, resistenza alla proteina C attivata, proteina S libera e proteina C coagulativa, coinvolti nel processo di ...

 analisi di mutazioni del gene r506q (fattore v di leiden ...
Esami Genetici Cerca esami genetici Analisi di mutazioni del gene R506Q (Fattore V di Leiden, trombofilia genetica) (pacchetto di prestazioni - 91.29.4/91.36.5)

 test genetici per trombosi – www.fioroni.it
Fattore V di Leiden. Il fattore V di Leiden attivato è un cofattore essenziale per l’attivazione del la protrombina (fattore II) a trombina nella cascata coagulativa. Una mutazione del gene che codifica per il fattore V genera una variante (G1691A) che predispone alla trombosi in quanto possiede una maggiore attività pro-coagulante.

 correlazione tra mutazione del fattore v di leiden
Tra le cause genetiche più frequenti vi sono la mutazione G1691A del gene del fattore V (fattore V di Leiden) (Bertina et al.). Nel 1993 lo svedese Dahlback osservò che il tempo di tromboplastina parziale attivato (aPTT), eseguito sul plasma di alcuni individui con trombosi venosa appartenenti ad una stessa famiglia, non veniva prolungato dall’aggiunta di Proteina C attivata.




Last Search Plugin 2.03

 

Nuclear Laser Medicine srl
Viale delle Industrie, 3 - 20049
Settala (MI) - ITALIA
Tel: +39 02 952451 - Fax: +39 02 95245238/37

P.Iva/Cod.Fisc.: 08763060152 - Cap. Soc. € 110.000,00 i.v.

 

QUALITÀ CERTIFICATA

Nuclear Laser Medicine srl è un’azienda certificata