JoomMot

 

La NLM è lieta di annunciare che sono state donate 10.000 mascherine protettive alla Protezione Civile

Risultati per analisi genetica fattore Leiden

Di seguito l'elenco dei risultati di ricerca trovati rilevanti per la keyword 'analisi genetica fattore Leiden':

Risultati maggiormente rilevanti:



 fattore v leiden - dna | esami del sangue e campioni biologici | cdc ...
Il fattore V è un fattore della coagulazione. Ogni fattore deve essere in una quantità adeguata e deve funzionare correttamente in modo che si formi un coagulo di sangue stabile e che questo si dissolva quando non ve ne sia più bisogno. Una quantità troppo piccola dei fattori, o una alterata funzionalità di uno di essi, può provocare ...

 fattore v di leiden (g1691a) • polo ggb genomics genetics and biology
Il Fattore V è una proteina che interviene direttamente nel processo di coagulazione del sangue, agisce da cofattore per la conversione della protrombina in trombina, ed è essenziale per garantire la corretta formazione di coaguli. L’analisi genetica individua la variante in posizione 1691 del gene F5 (fattore V di Leiden), che porta alla sostituzione di una guanina (G) con un’adenina (A).

 mutazione di leiden - quali sono i valori da considerare?
La presenza della Mutazione di Leiden comporta la produzione di un fattore V mutato «resistente» all’inibizione della proteina C coagulativa con conseguente aumentata predisposizione alla trombosi. La Mutazione di Leiden è responsabile di circa il 15% degli eventi di trombosi venosa. I soggetti eterozigoti per questa mutazione presentano ...



Altri risultati:



 fattore v di leiden – microgenomics
La mutazione nota come fattore V di Leiden (G1691A) impedisce l’inattivazione da parte della Proteina C attivata del fattore V, aumentandone quindi la sua attività pro-coagulante. Il fattore V di Leiden è una delle condizioni più comuni di trombofilia, in particolare l’incidenza di questa mutazione in Europa è pari circa al 5% allo stato di eterozigosi e allo 0,02 – 0,05% in omozigosi.

 risultati per analisi genetica fattore leiden - nlm
Il fattore V di Leiden, noto anche come Mutazione G1691A del Fattore V, è una condizione genetica che aumenta il rischio di sviluppare trombosi venosa (trombofilia). Il fattore V è uno dei cofattori della coagulazione: è infatti essenziale per la formazione di fibrina e del coagulo ematico (di sangue) grazie all’attivazione del Fattore II (la protrombina).

 fattore v di leiden - wikipedia
Il fattore V di Leiden, chiamato anche solo fattore di Leiden, o fattore V di Leida (dalla città di Leida nei Paesi Bassi, dove fu identificato per la prima volta nel 1994 dal gruppo di ricerca del professore Rogier Bertina), è una variante della proteina fattore V umana. Questa variante aumenta il rischio di trombosi venosa poiché causa uno stato di ipercoagulabilità del sangue.

 mutazione fattore v di leiden - cdi centro diagnostico italiano
MUTAZIONE FATTORE V DI LEIDEN. Eseguibile presso: CDI Bionics Citylife, CDI Bionics Viale Monza (4 piano), CDI Bionics Lavater, CDI Cernusco, CDI Bionics Cairoli, CDI Largo Augusto, CDI Bionics Portello, CDI Saint Bon, CDI Varese, CDI Navigli, CDI Rho, CDI Corso Italia, CDI Giulio Romano, CDI Abruzzi, CDI Viale Monza, CDI Corsico, CDI Legnano ...




Last Search Plugin 2.03

 

Nuclear Laser Medicine srl
Viale delle Industrie, 3 - 20049
Settala (MI) - ITALIA
Tel: +39 02 952451 - Fax: +39 02 95245238/37

P.Iva/Cod.Fisc.: 08763060152 - Cap. Soc. € 110.000,00 i.v.

 

QUALITÀ CERTIFICATA

Nuclear Laser Medicine srl è un’azienda certificata